VIAGGI SPORT VACANZE

Viaggi, aerei, alberghi, arte, sport, cicli e motocicli

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Turismo Hôtel de charme Castello di Scipione

Castello di Scipione

• Per raggiungere il castello di Scipione, sede di un delizioso hôtel de charme ai margini del Parco Fluviale dello Stirone – che si stende per circa 14 chilometri e tocca il territorio di quattro comuni: Fidenza e Salsomaggiore Terme, Vernasca e Alseno – si esce dall'Autostrada del Sole A1 a Fidenza e superata la città, si prende la SS359 in direzione Sud-Ovest per Salsomaggiore Terme. Attraversato anche questo centro abitato, si volta a Nord sulla Strada Provinciale 57 e, dopo qualche chilometro, sulla destra, appare la rocca di Scipione, con la sua torre Piacentina.

Il castello è appartenuto alla famiglia Pallavicino, uno dei più antichi ceppi nobiliari d'Europa, fin da almeno l'anno Mille. Il casato costruì la propria fortuna sull'estrazione di fanghi salmastri in conseguenza, in ere geologiche remote, della ritirata del mare dalla Pianura Padana. Questo fenomeno si verificò a causa dell'abbassamento del livello degli oceani che lasciò nel sottosuolo giacimenti di acque salmastre.

Il sale che ne veniva estratto era considerato prezioso per la conservazione degli alimenti. Non è un caso che nelle vicinanze di Scipione, parte degli antichi possedimenti dello stato Pallavicino, oltre alla località termale di Salsomaggiore, con le sue acque “salse” rese salubri dalla presenza di iodio, bromo, zolfo e calcio, si trovi anche Zibello, capitale del culatello. Ci piace pensare che il prelibato salume sia reso vieppiù pregiato dall'utilizzo dell'eccellente sale estratto dai pozzi della zona. Certo è che la cucina locale viene annoverata come tra le più raffinate d'Italia (e forse anche del mondo).

Dopo la I Guerra mondiale, il castello venne donato all'Opera Nazionale Orfani di Guerra ed ospitò una colonia di 65 ragazzi. In questo periodo, furono coperti con una mano d'intonaco alcuni affreschi che gli attuali proprietari hanno recentemente recuperato. Dopo essere stato campo di prigionia nella II Guerra mondiale ed essere appartenuto alla Pontificia Opera di Assistenza di Parma, il castello è infine ritornato all'originale proprietà grazie al diplomatico danese Christian Frederik Pier dei conti von Holstein che lo acquistò per farne dono alla moglie, marchesa Maria Luisa Pallavicino.

Oggi, Stefania e René von Holstein, gli attuali proprietari, accolgono gli ospiti che intendono trascorrere un soggiorno insolitamente ricco di suggestione in una delle suite messe a disposizione dei visitatori. I numerosi ambienti del castello si prestano inoltre ad ospitare eventi e cerimonie raffinate, in un contesto circondato da panorami mozzafiato sulla campagna ancora intatta.

Visite al castello sono consentite da marzo a novembre, solo durante i week end e a orari stabiliti. Per questo, per prenotare soggiorni, per l'organizzazione di eventi o per maggiori informazioni consigliamo di connettersi al sito del Castello di Scipione.

Share/Save/Bookmark
 

Siti
Booking.com

«Sulla Punta Della Lingua»
Renato Corpaci | Photo

ItaliaLibriNET
La locuzione di Anassimandro
Appartamento a Cervinia
Meteo Trivigno
B&B Boschi Grandi
Affitti Case vacanze e appartamenti Mondo
Affitti case vacanze e appartamenti nel Mondo. Contatto diretto con il proprietario per vacanze al mare, in montagna, in città o in agriturismo a prezzi economici