VIAGGI SPORT VACANZE

Viaggi, aerei, alberghi, arte, sport, cicli e motocicli

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Turismo ITINERARI Baixa, Rossio e Museu Calouste Gulbenkian

Baixa, Rossio e Museu Calouste Gulbenkian

In barca, sul fiume Tejo di prima mattinaUna gita mattutina sul fiume a visitare il Cristo Rei e veloce ritorno. Partenza da Praça do Comercio, una puntatina nell'elegante Praça do Municipio e poi a Nord, in direzione di Praça Dom Pedro IV di Praça da Figuiera e del Rossio. Date un occhio al Teatro Nazionale e provate il brivido dell'Inquisizione passando di fronte al Teatro Dona Maria. Un boccale e un boccone all'Hotel Avenida Palace e sarete pronti ad affrontare il gusto finissimo del Museu Calouste Gulbenkian. Finito lì, se avete ancora energie, esplorate l'arte moderna portoghese presso l'adiacente Centro De Arte Moderna Jose de Azeredo Perdigao. Per la cena, visiterete il visionario e delirante Centro Comercial Colombo. (Testo e foto di Cristina e Renato)

Rua Augusta, guardando verso praca do Comecio (foro R.)

Lisbona. Itinerario N. 4 (quarto giorno)

Gita sul fiume e Cristo Rei, versione europea del Cristo Redentore di Rio de Janeiro. A Cais do Sodré, si trova la partenza dei traghetti (andata e ritorno circa 2 euro), si arriva a Cacilhas, da li si prende l’autobus 101 (andata e ritorno circa 1.30) e si raggiunge il Cristo Rei.

Eretto nel 1938, di altezza leggermente inferiore al gemello che si trova a Rio, il Cristo Rei è alto 113 m, solo la statua misura 28 m. Dalla terrazza, che si raggiunge in ascensore si gode uno spendido panorama mozzafiato su Lisbona e sul ponte 25 di Aprile.

Tornati sulla sponda di Lisbona, vi recherete in Praça do Comercio, in corso di ristrutturazione al momento della nostra visita, affacciata sul fiume Tago. Questa piazza è di forma quadrata, si trova la statua equestre di Re Dom Jose. Adiacente si trova Praça do Municipio con la colonna denominata Pelouricho, che simbolizza il potere giudiziario, ed il palazzo del Consiglio risalente al IXX secolo, sede del consiglio municipale.

Da Praça do Comercio partono due grosse vie parallele, Rua do Ouro e Rua da Madalena, che portano rispettivamente a Praça Dom Pedro IV, detta anche Rossio, nelle cui adiacenze si trova la Stazione del Rossio e la Praça da Figuiera.

La fontana del Rossio, sullo sfondo il Teatro Nazionale (foto C.)Questa zona si chiama Baixa, tutto questo quartiere è stato ricostruito dopo il terremoto a opera del Marchese di Pombal.

Il Rossio è la piazza più celebre di Lisbona. Al centro si trovano una bella fontana allegorica e la statua di Dom Pedro IV, posta su di una alta colonna. All'estremità settentrionale si affaccia il Teatro Nazionale, un edificio neo-classico dell’800 ed alcuni palazzi classici di meta 700. All’interno del Palazzo dei conti di Almada (monumento nazionale) si trovano due enormi camini del 1509.

Il neoclassico Teatro Dona Maria è invece legato a un ricordo più tragico. Fu costruito nel 1842 sull’antico palazzo dell’Inquisizione di fronte al quale si svolsero, dal 1531 al 1777 processi ed esecuzioni pubbliche.

A sinistra del teatro si trova il lussuoso Hotel Avenida Palace. E’ stato costruito nel 1887. All’interno ospita un salone rococò illuminato da una magnifica vetrata.

Il Rossio è famoso anche per i suoi negozi insoliti, al n. 73 si trova l’ultima bottega di cappellaio del Portogallo. Tutti si servono qui, a partire dagli operai fino al Presidente della Repubblica.

Omaggio al petroliere Calouste Gulbenkian (foto R.)Da non perdere. Quando sarete stanchi di perlustrare il Rossio e sentirete il bisogno di gustare la genuina bellezza dell'arte, sicuramente merita una visita il Museu Calouste Gulbenkian, un autentico monumento al gusto raffinatissimo di un uomo ricco, potente e fortunato. Nato Istambul nel 1869, studiò a Londra e procurò di ottenere in suo possesso il cinque per cento delle azioni delle importanti compagnie petrolifere da lui portate al successo (es. Royal Duch/Shell). Alla sua morte, nel 1955, era stimato tra i pochi uomini più ricchi del mondo.

Il museo è stato inaugurato il 2 ottobre 1969, concretizzando così il desiderio del suo fondatore che ha lasciato la sua preziosa collezione d’arte all’istituzione da lui stesso voluta per testamento.

Un vero gioiello, tra i meno conosciuti in Europa (Gulbenkian aveva coniato per sé un motto semplice e sintetico: «Solo il meglio!»), la collezione possiede capolavori di importantissimi artisti, come Domenico Ghirlandaio, Rubens, Rembrandt, Rodin, Carpeaux, Houdon, Renoir, Dierick Bouts, Vittore Carpaccio, Cima da Conegliano, Van Dyck, Corot, Degas, Nattier, George Romney, Stefan Lochner, Maurice-Quentin de La Tour, Édouard Manet, Henri Fantin-Latour, Claude Monet, Jean-François Millet, Sir Edward Burne-Jones, Thomas Gainsborough, Joseph Mallord William Turner, Jean-Honoré Fragonard, Giovanni Battista Moroni, Frans Hals, Ruisdael, Boucher, Largillière, Andrea della Robbia, Pisanello, Jean-Baptiste Pigalle, Antonio Rosselino, André-Charles Boulle, Cressent, Oeben, Riesener, Antoine-Sébastien Durand, Charles Spire, Jean Deforges, François-Thomas Germain, e molti altri.

All’interno vi sono opere oltre 6000 opere, di cui 1000 in esposizione permanente, che includono collezioni di arte egiziana, greco-romana, orientale ed europea; collezioni di pittura, scultura, arti decorative, argenteria ed una preziosa selezione di lavori di Renè Lalique.

Si segnala: Arte armena, sono esposti manoscritti e libri miniati del periodo compreso tra il XVI e XVII. Arte cinese e giapponese: è presente una ricca raccolta di porcellane del XVIII secolo. Arte europea: sono esposti oggetti in avorio, libri medievali e dipinti del periodo compreso tra il secolo XV e XIX.

Avenida De Berna 45, Metro Praça de Espanha, orari da martedi a domenica dalle 10:00 alle 18:00.

Arte moderna portoghese al Centro Jose de Azeredo Perdigao (foto Renato)Adiacente al Museo si trova il Centro De Arte Moderna Jose de Azeredo Perdigao. Anche questo museo appartiene alla Fondazione Calouste GulbenKian. È stato inaugurato nel 1983 con l’intento di divulgare e di mostrare le diverse tendenze artistiche che si sono manifestate durante il XX secolo, pertanto possiede la migliore collezione d’arte portoghese di questo secolo, in cui si distaccano le opere di Amadeo Souza Cardoso, Almada Negreiros e Paula Rego.

Rua Dr Nicolau Bettencourt, Orari da martedi a domenica dalle 10:00 alle 18:00.

Centro Comercial ColomboSe non siete ancora stanchi, merita una visita il Centro Comercial Colombo. Un non-luogo, uno spazio virtuale, una divagazione achitettonico-commerciale ideata sul tema della grandi scoperte portoghesi (vegetazione lussureggiante, fontane e cascate immerse in una dolce luce naturale) che fa quasi dimenticare che ci si trovi all'interno del maggiore centro commerciale della penisola iberica. Ci si trovano ben 420 negozi, 60 ristoranti, 10 sale cinematografiche e un parco divertimento con autoscontri e montagne russe!!!

Il complesso ha ricevuto ben 3 premi internazionali di architettura. Potete visitarlo fuori orario, sicché non vi ruberà il tempo per le cose più serie. È aperto infatti tutti i giorni fino a mezzanotte.

Avenida Lusiada – Metro Colegiò Militar, sito internet www.colombo.pt

Continua. Itinerario N. 5 (Parque das Nações)

Share/Save/Bookmark
 

Siti
Booking.com

«Sulla Punta Della Lingua»
Renato Corpaci | Photo

ItaliaLibriNET
La locuzione di Anassimandro
Appartamento a Cervinia
Meteo Trivigno
B&B Boschi Grandi
Affitti Case vacanze e appartamenti Mondo
Affitti case vacanze e appartamenti nel Mondo. Contatto diretto con il proprietario per vacanze al mare, in montagna, in città o in agriturismo a prezzi economici