VIAGGI SPORT VACANZE

Viaggi, aerei, alberghi, arte, sport, cicli e motocicli

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Motociclismo Grand Tour Camino de Santiago - Toulouse

Camino de Santiago - Toulouse

Article Index
Camino de Santiago
Biot
Camargue
Toulouse
Lourdes
Verso Pamplona
Pamplona
Verso Ponferrada
Santiago
Verso Finisterre
All Pages

Un ultimo sguardoL'11 agosto, dopo aver fatto colazione partiamo per Toulouse. A malincuore lasciamo la Camargue, dove ci ripromettiamo di ritornare in un prossimo futuro, magari in automobile, portandoci dietro le biciclette, e per non meno di una settimana. Chissà se ci riuscirà di farlo…?

 

Prendiamo la strada D570 prima e poi la D58 che da Les Saintes-Maries-de-la-Mer porta ad Aigues–Mortes, successivamente imbocchiamo la D62 direzione di Montpellier, città che abbiamo visitato molti anni fa, di cui ricordiamo di aver nuotato in una bella piscina ed di aver passeggiato nel modernissimo centro della città.

Cieli come questi...A Montpellier ci perdiamo, esattamente come ci era capitato la prima volta, ripercorrendo erraticamente gli stessi quartieri. Ci fermiamo a consultare la carte e Cristina in un attimo sparisce  con la macchina fotografica. Quando Renato la ritrova, restano entrambi in contemplazione di uno spettacolo fantastico. Il sole è alto, il caldo è notevole e non c'è in giro un'anima. Sentiamo di essere gli unici testimoni di ciò che ci appare davanti agli occhi. Il cielo si riflette nelle vetrate di un edificio che si affaccia su uno specchio d'acqua e, all'improvviso, è tutto un tripudio di nuvolette e di profondità cosmiche.

Ripartiamo per Tolosa, prendendo la strada n. 109-E11 in direzione di Millau. A Clermont l’Herault, prendiamo la strada D908, passando per Bedarieux e fermandoci per pranzo a Saint Pons de Thomieres.

Una sosta per strada

Proseguiamo per la strada D621 direzione Tolosa, dove arriviamo verso le 16:00. Ci fermiamo a un distributore per comprare delle carte stradali.

Hotel Ours BlancArriviamo a Tolosa e sempre tramite l’immancabile Office du Turism troviamo velocemente una sistemazione confortevole e in pieno centro, all'Hotel Ours Blanc Centre: prezzo della camera euro 63,00 più colazione, euro 7,00 a testa.

Nelle vicinanze ci sono altri tre hotel della stessa catena. Il portiere dell'albergo, motociclista egli stesso, per pura gentilezza, si rende disponibile ad ospitare la nostra moto sul retro della reception di uno degli altri hotel, senza fare bene i conti, a parte la paradossalità di entrare in moto dalla porta principale dell'albergo, con le dimensioni del mezzo che non riuscirebbe a raggiungere lo spazio Ringraziamo ma decliniamo l'offerta. Il marciapiedi di fronte all'albergo ci sembra una sistemazione più che adeguata. Molliamo quindi finalmente borse, giacche, caschi e ci avventuriamo nell'esplorazione di Toulouse.

Entrecôte di nome e di fatto

Il centro della città è molto carino, attraversato dal corso della Garonne, che arricchisce la città, lungofiume sfruttato per la stagione estiva in modo da offrire ai residenti uno sfogo per sfuggire alla calura e all'afa. Anche a Tolosa è possibile visitare la città dall'acqua. Vagando a caso per i vicoli della città vecchia arriviamo alla Basilica di Saint Sernin, luogo di pellegrinaggio collegato al Camino de Santiago de Compostela, dove, ahinoi, ci sbarrano il passo. Sono infatti le 18:00, orario di chiusura.

Di sera andiamo a cena in un posto spettacolare, ci fermiamo in un locale che si chiama “L’Entrecôte”, per entrare bisogna attendere in coda, ma il posto è capiente, il flusso scorre abbastanza velocemente, e ne vale la pena! Ordiniamo appunto due entrecôte molto abbondanti, con patatine fritte, due dolci, due birre, totale: euro 50,00 in due. Ben spesi.

Basilica di Saint Sernin

Il mattino seguente (12 agosto), dopo aver fatto colazione andiamo a visitare la Basilica di Saint –Sernin, è dedicata ad un vescovo (Saturnin), primo vescovo e martire di Tolosa, ed è una tappa fondamentale per chi si dirige verso Santiago de Compostela. L’Unesco ha dichiarato questa chiesa Patrimonio dell’Umanità.

Cité de l'Espace

A Tolosa si trovano due punti di riferimento interessanti per chi ama l'arte ma non disdegna uno sguardo alla tecnologia: la Citè de L’Espace e la Fabbrica degli Airbus. Decidiamo, per questa volta, di dedicarci alla Citè de L’Espace che si trova nella periferia Est di Tolosa. La strada per arrivarci è ben segnalata. Biglietto di ingresso euro 22,00 a testa. riusciamo a lasciare la borsa del serbatoio e le giacche in biglietteria. I caschi sono saldamente assicurati alla sella della BMW con un robusto cavo d'acciaio intrecciato.

Il centro è molto grande, organizzato in maniera simile alla parigina Cité de la Science, con un occhio di riguardo ai visitatori più giovani e alle famiglie. Interessante la visione di un filmato tridimensionale che documenta la spedizione internazionale che ha avuto lo scopo di svolgere attività di manutenzione al telescopio spaziale Hubold. Nel giardino, ci sono i modelli in scala 1:1 di diverse navicelle spaziali e persino un modello sella Soyuz. Bilancio della visita: interessante, ma non siamo sicuri che ci piacerebbe ritornarci.

Pranziamo nel perimetro dell'esposizione. In mancanza di qualcosa di più appetibile, ci accontentiamo di due gelati confezionati. Quindi ci avviamo, in direzione di Lourdes, nostra prossima tappa.



 

Siti
Booking.com

«Sulla Punta Della Lingua»
Renato Corpaci | Photo

ItaliaLibriNET
La locuzione di Anassimandro
Appartamento a Cervinia
Meteo Trivigno
B&B Boschi Grandi
Affitti Case vacanze e appartamenti Mondo
Affitti case vacanze e appartamenti nel Mondo. Contatto diretto con il proprietario per vacanze al mare, in montagna, in città o in agriturismo a prezzi economici