VIAGGI SPORT VACANZE

Viaggi, aerei, alberghi, arte, sport, cicli e motocicli

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Fotografia Fiere MIA Photo Fair

MIA Photo Fair

80 gallerie provenienti da 13 diverse nazioni, 230 artisti distribuiti in 109 stand, più 16 artisti indipendenti. Inoltre, 16 editori specializzati. L’appoggio di tre sponsor maggiori: BNL Gruppo BNP Paribas, Lavazza ed Eberhard & Co. Nella sua nuova collocazione nello spazio denominato The Mall, nel nuovo quartiere di Porta Garibaldi, MIA Photo Fair ribadisce il proprio legame con una città che ha ripreso a evolversi, ed è ritornata a immergersi nuovamente nel contemporaneo (di Renato Corpaci e Cristina Risciglione).


....
.... ....
....
....
.... ....
....
.... ....
....
.... ....
....
....
.... ....
....

Con oltre 24.000 visitatori, MIA Photo Fair oggi si pone tra i maggiori eventi del settore, come Basilea e Paris-Photo. Non male per l’impegno che Fabio Castelli ha intrapreso nel vicino 2011, forte solo della propria visione, e che oggi prosegue insieme con la figlia Lorenza, che si basa su un chiaro duplice intento.

Primo obiettivo, quello di favorire un contatto tra alcuni artisti-fotografi di notevole impegno ma non ancora affermati con le gallerie d’arte contemporanea con un indirizzo fotografico o fotografiche tout court.

Il secondo, fornire al pubblico di coloro che apprezzano il mondo della fotografia, il mondo degli aspiranti collezionisti e dei collezionisti avviati, una selezione, la più vasta possibile, di opere collezionabili, mettendo in risalto anche un inventario di tecniche di stampa, i parametri etici dei galleristi e, di conseguenza, indicando i criteri per orientarsi nell’acquisto di un’opera d’arte.

I fatto che le fotografie, nel panorama dell’arte, siano articoli potenzialmente più economici non significa infatti che l’approccio al collezionismo di questa forma d’arte possa essere affrontato sottogamba. Come per il resto, nel mercato dell’arte contemporanea, anche per la fotografia esistono regole che un collezionista deve assolutamente padroneggiare per evitare d’incappare in brutte esperienze.

Oggi la stampa di una fotografia presenta diverse variabili: occorre che il monitor su cui il fotografo visualizza il lavoro adotti lo stesso spazio cromatico, ovvero che “veda” lo stesso numero di colori della stampante che trasformerà il file digitale in un’opera stampata, e viceversa. Occorre che la carta sia priva di agenti chimici aggressivi, prodotta in maniera di assicurare la più lunga conservazione dell’immagine nella sua forma originale, senza decadimento.

Per questa ragione, per illustrare le diverse tematiche che concorrono alla qualità di un’opera fotografica, sono stati installati anche degli stand in cui fotografo e stampatore si presentavano in coppia, ciascuno articolando il proprio numero di argomenti.

Un’opera riproducibile, la cui produzione può essere replicata praticamente all’infinito, tende a far credere che si tratti di un sottoprodotto dell’Arte. Uno degli obiettivi che la fiera si pone è anche quello di formare e informare sugli aspetti che riguardano questa caratteristica.

La riproduzione dell’immagine deve seguire un criterio certo che rassicuri il collezionista, se non dell’unicità dell’opera che acquista, almeno gli fornisca la certezza del numero di multipli in circolazione.

La dichiarazione di tiratura deve essere espressa chiaramente, dichiarando, di una data opera, a prescindere dai diversi formati di stampa, il numero totale di copie e il numero di “prove d’artista”. Questa condotta concorre a dimostrare serietà insieme del fotografo, della galleria e dello stampatore.

In ultima analisi, la scelta di un’opera d’arte che entri a far parte di uno spazio abitativo e contribuisca a esprimere la personalità dei suoi possessori è e rimane un’operazione eminentemente soggettiva. Occorre immaginare l’effetto che l’opera produrrà sugli abitanti della casa, il suo apporto continuativo alla qualità della vita della comunità che l’accoglie. Questo è quindi il primo elemento da tener presente nell’acquisto di un oggetto da collezione. La serietà della galleria, la continuità dell’artista, dovrebbero fare il resto nell’accrescere col tempo il valore economico dell’opera acquistata al di là del suo valore sentimentale e del contributo al benessere del collezionista.

Da questo punto di vista, un’importante funzione è affidata poi all’amministrazione pubblica che, con l’acquisizione di un’opera fotografica in un museo, consacra di fatto il suo autore confermandone il valore artistico e inserendolo in un circuito internazionale di scambi di opere d’arte che ne accrescono visibilità e conoscenza.

Il relativamente basso numero di fotografi, rispetto alle gallerie espositrici al MIA Photo, incoraggia la possibilità di mostrare più immagini di uno stesso artista, il che è indispensabile se si desidera farsi un’idea di una ricerca formale, di un certo percorso concettuale, di una presenza continuativa sul mercato.

Dall’edizione del 2016, la fiera ha lanciato una galleria online per favorire la connessione tra le gallerie, gli artisti e i collezionisti, permettendo l’acquisto online delle opere selezionate dai curatori di MIA Photo nel corso delle sue varie edizioni.

Interessante, infine, l’iniziativa denominata “Codice MIA”, ideato da Enrica Viganò, che offre la possibilità, a un selezionato numero di fotografi, di presentare il proprio portfolio a un panel di collezionisti, curatori, art advisor italiani e stranieri.

....

Advisory Committee
Direttori: Fabio Castelli, Lorenza Castelli
Comitato di Selezione Gallerie e Proposta MIA: Fabio Castelli, Gigliola Foschi, Roberto Mutti, Enrica Viganò
Responsabile Progetti Speciali e Codice MIA: Enrica Viganò
Legal Advisor: Avv. Cristina Manasse
Relazioni Esterne: Caterina Mocenni Folonari
Relazioni Istituzionali: Francesca Malgara
Cross Disciplinary Curator: Gianluigi Ricuperati

Share/Save/Bookmark
 

Siti
Booking.com

«Sulla Punta Della Lingua»
Renato Corpaci | Photo

ItaliaLibriNET
La locuzione di Anassimandro
Appartamento a Cervinia
Meteo Trivigno
B&B Boschi Grandi
Affitti Case vacanze e appartamenti Mondo
Affitti case vacanze e appartamenti nel Mondo. Contatto diretto con il proprietario per vacanze al mare, in montagna, in città o in agriturismo a prezzi economici