VIAGGI SPORT VACANZE

Viaggi, aerei, alberghi, arte, sport, cicli e motocicli

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Arte
Arte

Centre Pompidou Malaga

Siamo arrivati a sera, dopo un appagante viaggio in automobile sulla tortuosa strada che dal Torcal de Antequera giunge a Malaga. Il tempo di posare i bagagli in albergo e siamo fuori di nuovo, diretti all'ottimo ristorante Malagueño. Dopo esserci così rifocillati, ci siamo avviati a piedi verso il porto. Eccolo là il “Cubo”. Il nuovo Centre Pompidou, ci appare incastonato nello scintillante panorama notturno. Fa da perno allo snodo tra il Molo Uno e il Molo Due (di Cristina Risciglione e Renato Corpaci)

 

«Non v'è vincitore se non Dio»

I saraceni frequentarono al-Andalus – o come loro chiamavano la penisola iberica, bilād al-landahlautsiyya, ovvero paese dei feudi Goti – già dai tempi del rapimento di Galla Placidia (392-450). Solo tra il VII e l'VIII secolo, però, cominciarono le incursioni militari e le razzie. Nel 710 il comandante saraceno Tariq ibn Ziyad da Tangeri attraversò lo stretto, portando i primi contingenti di 12.000 uomini all'ombra della rocca che da allora ha preso il suo nome: Jabal Ţāriq, ovvero, Monte di Ţāriq o Gibilterra (foto di Cristina Risciglione, testo di Renato Corpaci).

 

Leonardo. Immersione totale

«Milanese, eccezionale, universale», dovevano essere i requisiti che cinque anni or sono il Comune, nel mettere in campo le sue risorse migliori, ha chiesto per la mostra che, più di ogni altra, dovesse dare lustro alla città durante la concomitanza dell'Expo. Ecco spiegato come mai Milano dedica l'evento più importante al suo cittadino acquisito, più autorevole e più ammirato: Leonardo da Vinci (1452-1519) di Renato Corpaci.

 

EXPO. «E pur si move»

A tre settimane dall'apertura dell'EXPO, l'esposizione universale concepita per concentrare l'attenzione di tutto il mondo sull'Italia, sulla città di Milano e sulla nostra capacità di “fare sistema”, è stato inaugurato il primo padiglione. All'esterno del perimetro, però: alla Triennale di Parco Sempione, dove due esposizioni a cura di Germano Celant celebrano, con modalità diverse, l'ininterrotto rapporto esistente tra l'arte e l'oggetto del nostro appagamento papillare, ora al centro dell'interesse dell'Esposizione Universale: il cibo (dal 9 Aprile fino al 1 Novembre 2015).

 

Il Romanico in Brianza

• Lo stile “romanico” in architettura concerne un corollario di regole formali applicate all'arte figurativa in età precedente all'avvento del gotico. Il termine “romanico” si connette al significato del vocabolo “romanzo” o “romancio” (come in “letteratura romanza”) e si applica ai paesi di origine neolatina o “romanza”. La definizione concerne soprattutto edifici di culto, tra gli unici a essersi conservati nel corso dei secoli. L'architettura romanica è profondamente legata all'espansione del culto cristiano.

 


Page 2 of 5

Siti
Booking.com

«Sulla Punta Della Lingua»
Renato Corpaci | Photo

ItaliaLibriNET
La locuzione di Anassimandro
Appartamento a Cervinia
Meteo Trivigno
B&B Boschi Grandi
Affitti Case vacanze e appartamenti Mondo
Affitti case vacanze e appartamenti nel Mondo. Contatto diretto con il proprietario per vacanze al mare, in montagna, in città o in agriturismo a prezzi economici